Conferenza Stampa alla Provincia di Pescara: Presentazione Libro e Dvd "Cinofilia Filosofia di Vita. Il Pastore Italiano"

04 Luglio 2013

Oggetto: I: UN LIBRO E UN DVD DI ACCETTELLA SUL PASTORE ITALIANO
Allegati: Accettella.jpg

 

-----Messaggio originale-----
Da: flaviabuccilli
Inviato: giovedì 4 luglio 2013 15:20
A: fanclub@pastoreitaliano.it
Oggetto: I: UN LIBRO E UN DVD DI ACCETTELLA SUL PASTORE ITALIANO

 

----Messaggio originale----
Da: ufficio.stampa@provincia.pescara.it
Data: 04/07/2013 13.15
A: <undisclosed-recipients:;>
Ogg: UN LIBRO E UN DVD DI ACCETTELLA SUL PASTORE ITALIANO

COMUNICATO STAMPA

UN LIBRO E UN DVD DI ACCETTELLA SUL PASTORE ITALIANO A CEPAGATTI UN
PUNTO DI RIFERIMENTO PER TUTTI GLI APPASSIONATI


"Il cane deve essere una scelta di vita, una filosofia da condividere
con
tutti i componenti della famiglia". Lo dice Piero Accettella, abruzzese,
protagonista del volume "Piero Accettella - Cinofilia, filosofia di vita. Il
pastore italiano",
che rappresenta in frutto di quarant'anni trascorsi da questo
addestratore e
ricercatore del comportamento cinofilo a contatto con i cani, con il pastore
italiano (che, forse non tutti sanno, è nato in questa regione).

Il volume (scritto da Sergio Marchi) è rivolto agli appassionati di
cani e
anche a chi vorrebbe averne uno, dice Accettella, e "mentre tutti consigliamo di
avere un cane io lo sconsiglio perché è una cosa seria, dovrebbe essere una
filosofia di vita che però in Italia manca e basti pensare che nei nostri canili ci
sono tre milioni di animali, che costano milioni di euro. Il nostro, poi, è l'unico
paese dove esiste il meticcio, un prodotto dell'incuria dell'uomo che da noi
rappresenta una specie di status symbol. Questo vuol dire che qualcosa non va. In
Italia - aggiunge - tutti hanno il cane (in media ce ne sono due per famiglia) ma
nessuno vive con il cane e in vacanza tutti li lasciano da qualche parte. Per me il
cane dovrebbe essere un componente a tutti gli effetti della famiglia e attorno a
questo animale si dovrebbe creare un comportamento unanime, una sorta di branco,
partendo dal presupposto che il cane va educato".

Accettella ha creato la sede del fan club del pastore italiano a
Cepagatti,
dove organizza anche degli stage, e ha contatti con tutto il mondo (anche con
l'India e il Giappone, sempre per diffondere i suoi saperi sul pastore italiano).
Al libro, che vuole essere una sorta di vademecum scritto in maniera
molto
semplice e contiene un glossario e tante foto, si accompagna un dvd e entrambi sono
autofinanziati. Saranno distribuiti a chi aderisce al fan club, dietro versamento
di un contributo. Tutte le info su www.pastoreitaliano.it

 e su Facebook, nella Gruppo del Fan Club Pastore Italiano.

L'attività di Accettella viene vista con favore da Camillo Sborgia,
consigliere provinciale e assessore comunale a Cepagatti, il quale ritiene che il
libro e l'attività svolta attorno al pastore italiano possano servire anche per
"valorizzare il nostro territorio, considerato che a Cepagatti c'è un punto di
riferimento per questa specie. Si parla di Europa ma va detto che entrare in
contesti più grandi non esclude il mantenimento delle nostre specificità" - ha
commentato. Sborgia  auspica che "si riduca il numero di cani randagi, fino ad
arrivare a zero, e i soldi destinati ai canili - dice - potrebbero essere usati per
altro (a Cepagatti, la spesa ammonta a 60mila euro)".

Nella foto:
 l'Addestratore Comportamentista Piero Accettella,l'Assessore Camillo Sborgia e la Responsabile della Segreteria Fan Club Susy Maresca

Pescara, 4 luglio 2013

 


 

 

 


Downloads:

    © 2007 - 2015 ASSOCIAZIONE FAN CLUB DEL CANE DA PASTORE ITALIANO - ITALY - P.IVA. 91079060686 - DATI ASSOCIAZIONE - COOKIE POLICY - CREDITS